Perché è importante?

Un allergene è una sostanza che provoca una reazione allergica, ossia una catena di reazioni nel sistema immunitario. Nel caso di allergie alimentari, questa può essere dovuta a contatto, ingestione o inalazione.

Le allergie alimentari sono un vero problema di salute pubblica. Il manifestarsi di allergie alimentari è cresciuto notevolmente negli ultimi anni, passando dall’1% del 1970 al 6-8% della popolazione attuale. L’allergia come patologia può manifestarsi in diversi modi: attraverso reazioni cutanee (ad esempio orticaria, eczema), reazioni respiratorie (ad esempio asma), manifestazioni oftalmologiche (ad esempio congiuntivite) nonché con reazioni fatali (ad es. shock anafilattico, angioedema).

La frequenza delle allergie alimentari e le loro conseguenze per la salute hanno portato le autorità pubbliche a introdurre misure di informazione per i consumatori.

La normativa INCO (CE) n. 1169/2011 e il decreto n. 2015-447 impongono a produttori e rivenditori l’obbligo di indicare la presenza di allergeni nei loro prodotti. Ai sensi della Direttiva 2007/68/CE, occorre menzionare quattordici allergeni principali su un’etichetta di un prodotto confezionato o tra le informazioni fornite, ad esempio sui menu, per i prodotti non confezionati, laddove impiegati come ingrediente per quell’alimento. L’ingrediente deve apparire sull’etichetta nell’elenco degli ingredienti e includere un chiaro riferimento al nome dell’allergene. Le regole di etichettatura si applicano solo agli ingredienti introdotti deliberatamente dal produttore nella ricetta del prodotto. Di conseguenza, i produttori di agroalimentari devono valutare i rischi di contaminazione e compiere ogni sforzo per ridurli.

Come Upscience puo’ aiutarti?

Upscience analizza gli allergeni mediante PCR, test Elisa o cromatografia ionica.

ANALISI COLLEGATE